Home Blog ComunWEB e Consorzio dei Comuni: operatività e supporti tecnologici, passaggi da chiarire...

ComunWEB e Consorzio dei Comuni: operatività e supporti tecnologici, passaggi da chiarire su ruoli, bandi di gara ed economicità dei servizi. Quale l’autonomia e quale il ruolo della Provincia in tali scelte?

0 62

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

Vi sono aspetti, per la loro importanza anche istituzionale, meritevoli di approfondimenti. Fra questi, senza dubbio rientra quello relativo alla manutenzione del ComunWEB. Prima però di passare ad evidenziare i passaggi che sarebbero da chiarire, urge una breve riepilogazione della situazione. Con la Deliberazione giuntale n° 2018 del 11/11/2016, proposta dal Presidente della Provincia, si è proceduto con l’approvazione dello schema del protocollo di intesa, atra la Provincia autonoma di Trento, il Consorzio dei Comuni Trentini, il Dipartimento Affari Regionali, Autonomie e Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA – INVITALIA.

In pratica, in conseguenza di siffatta Deliberazione, il Consorzio dei Comuni risulta, in forza di detto protocollo d’intesa, a diffondere il ComunWEB. Il che non significa che il Consorzio sia abilitato alla realizzazioni di componenti ICT (acronimo che sta per Information Communication Technology) per la Provincia ed Enti sottoscrittori del SINET (acronimo che sta per Sistema Informativo Elettronico Trentino), in quanto detta attività spetta ad Informativa Trentina concessionaria per la gestione del SINET. Gestione per la quale sono da intendersi tutte le attività previste nella L.10/1980 citata alla lettera a) della convenzione stipulata dalla PAT con Informatica Trentina. La Convenzione così assegna ad IT i servizi di consulenza i servizi applicativi.

Essi sono comprensivi di servizi di sviluppo e gestione del SINET, i servizi infrastrutturali di base (rif. art. 1. c. 1). La convenzione indica anche che tutte le soluzioni realizzate da IT e finanziate dalla PAT, sono di proprietà della PAT. Dunque, Visto così, sembrerebbe che il Consorzio dei Comuni possa occuparsi della diffusione (commercializzazione) del ComunWEB, ma non della sua manutenzione/evoluzione. Infatti, l’intero costo di realizzazione e di allestimento del ComunWEB per tutti gli Enti del Trentino, è stato interamente sostenuto dalla PAT, pertanto si può tranquillamente immaginare che la soluzione sia di proprietà PAT e faccia parte del SINET (secondo quanto stabilità dalla L.16/2012): dunque in gestione ad Informatica Trentina, anche se questo non è ma stato messo in esercizio).

A questo punto emergono interrogativi che sarebbero da condividere con l’Amministrazione provinciale per capire, anzitutto, cosa ci faccia il CCT (soggetto privato), con un bando di gara (cfr. Prot. S171/16/627467/3.5/1193-2016, 23.11.2016, Apac) per la manutenzione del ComunWEB di proprietà della PAT; da chiarire, inoltre, con quali modalità il Consorzio dei Comuni Trentini distribuisca la soluzione ComunWEB agli Enti Locali del Trentino, e come mai il servizio di assistenza e manutenzione del ComunWEB – secondo quanto risulta – sia erogato dal Consorzio dei Comuni Trentini e non da Informatica Trentina. Non si comprende inoltre come mai nell’Allegato alla DP 2449/2015 sulla valorizzazione dei dati aperti, la PAT si riporti che il ComunWEB sarebbe stato realizzato dal Consorzio dei Comuni Trentini: forse a PAT ha ceduto o venduto il ComunWEB al Consorzio dei Comuni Trentini? Dov’è documentato questo?

Tali interrogativi – bel lontani dall’essere pretestuosi o espressione di uno spirito polemico – sorgono, si badi, anche sulla base del fatto che quando si parla di ComunWEB il riferimento è ad una realtà per la quale la PAT, con un insieme di numerosi provvedimenti e atti (cfr. Determinazione n° 21 del 21/7/2010; Determinazione n°.15 del 8/6/2011; Determinazione n° 25 del 18/11/2011; Deliberazione della Giunta Provinciale del 30 agosto 2013, n° 1805) per un totale di investimenti pari alla bellezza di 606.75,41 euro. Detto ciò, sempre a proposito di trasparenza, sembra che il Comune di Ala, diversamente da come si si aspetterebbe, non stia esponendo correttamente la determina di incarico servizi ComuneWEB: per quale ragione?

Continuando, dal riepilogo degli investimenti sembra che la PAT con diverse iniziative in più anni (cfr. Piano 2016 (DP 554/2016), 1 sez. B), Iniziative nel settore ICT per Enti Locali; Piano 2017 (DP 2387/2016), 1 sez. B), Iniziative nel settore ICT per Enti Locali) abbia impegnato più di 900.000 € a favore del Consorzio dei Comuni Trentini. Per quali attività, esattamente? E con quali modalità e specifici atti di incarico si è, appunto, affidato l’incarico al Consorzio dei Comuni Trentini, soggetto privato? Dal momento, lo si ripete, che tutti questi non sono affatto quesiti polemici ma richieste che nascono da una legittima quanto pacata volontà di chiarimenti, l’auspicio è che l’Amministrazione provinciale voglia corrispondervi al più presto offrendo tutti i chiarimenti necessari che i quesiti che seguiranno andranno, nel dettaglio, a richiedere.

Tutto ciò premesso il sottoscritto Consigliere

interroga il Presidente della Giunta provinciale e l’Assessore provinciale competente per sapere:

  • se corrisponda al vero quanto riferito in premessa circa il fatto che quando si parla di ComunWEB il riferimento è ad una realtà per la quale la PAT, con un insieme di numerosi provvedimenti e atti (cfr. Determinazione n° 21 del 21/7/2010; Determinazione n°.15 del 8/6/2011; Determinazione n° 25 del 18/11/2011; Deliberazione della Giunta Provinciale del 30 agosto 2013, n° 1805) per un totale di investimenti pari alla bellezza di 606.75,41 euro;
  • se corrisponda al vero che il Consorzio dei Comuni Trentini a che titolo e con quale veste giuridica –soggetto pubblico o privato? -, partecipi al bando di gara (cfr. Prot. S171/16/627467/3.5/1193-2016, 23.11.2016, Apac) per la manutenzione del ComunWEB di proprietà della PAT;
  • con quali modalità il Consorzio dei Comuni Trentini distribuisca la soluzione ComunWEB agli Enti Locali del Trentino, e come mai il servizio di assistenza e manutenzione del ComunWEB – secondo quanto risulta – sia erogato dal Consorzio dei Comuni Trentini e non da Informatica Trentina;
  • come mai nell’Allegato alla DP 2449/2015 sulla valorizzazione dei dati aperti, la PAT si riporti che il ComunWEB sarebbe stato realizzato dal Consorzio dei Comuni Trentini (forse a PAT ha ceduto o venduto il ComunWEB al Consorzio dei Comuni Trentini?);
  • se corrisponda al vero che il Comune di Ala, diversamente da come si si aspetterebbe, non stia esponendo correttamente la determina di incarico servizi ComuneWEB e, in caso affermativo, per quale ragione;
  • per quali attività – dato che dal riepilogo degli investimenti sembra che la PAT con diverse iniziative in più anni (cfr. Piano 2016 (DP 554/2016), 1 sez. B), Iniziative nel settore ICT per Enti Locali; Piano 2017 (DP 2387/2016), 1 sez. B), Iniziative nel settore ICT per Enti Locali) abbia impegnato più di 900.000 € a favore del Consorzio dei Comuni Trentini – il CCT sia stato investito di incarichi provinciali;
  • con quali modalità e specifici atti di incarico si è – sempre con riferimento al quesito precedente – affidato uno o più incarichi provinciali al Consorzio dei Comuni Trentini, fino a prova contraria soggetto privato.

A norma di regolamento si richiede risposta scritta.

 

 

Cons. Claudio Civettini