Home Blog Grande successo per la serata organizzata da Civica Trentina con Diego Fusaro

Grande successo per la serata organizzata da Civica Trentina con Diego Fusaro

0 36

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

Sala piena, con molti giovani, ieri sera per la conferenza organizzata da Civica Trentina con il filosofo Diego Fusaro, che ha dialogato sui temi più importanti dei nostri (difficili) tempi con l’ottimo Giuliano Guzzo.

bst

 

 

  Una serata partecipata, che ha soddisfatto le aspettative di chi apprezza le opinioni non omologate, politicamente non corrette, in aperto dissenso rispetto al pensiero unico dominante. Opinioni espresse con l’abituale competenza da Diego Fusaro, uomo di cultura e spirito libero, che proprio per queste sue qualità abbiamo voluto invitare.
La prima iniziativa del secondo trittico che Civica Trentina ha fermamente voluto dedicare alla cultura. La politica, locale e non, ha bisogno di cultura e spiriti liberi. Con questa consapevolezza abbiamo deciso di dedicare le nostre modeste forze all’organizzazione di una serie di appuntamenti “non conformi” di qualità.
Al di fuori di schemi di comodo e di steccati, ove gli avversari vorrebbero confinarti ed ove ben volentieri qualcuno si fa confinare per lucrare talvolta comode, ma in ultima analisi sterili, redite di posizione.
Dopo Foa, Gotti Tedeschi, Scaglione e Fusaro i prossimi appuntamenti sono con il dott. Mauro Stenico, Sindaco di Fornace (10 ottobre), che affronterà il tema del bene comune, coniugando le sue conoscenze filosofiche con la sua esperienza politico-amministrativa, e con la prof.ssa  Anna Bono (17 ottobre), che si occuperà della questione quanto mai attuale dell’emigrazione in un’ottica lontana sia da sterili e controproducenti estremismi, che dalla vulgata politicamente corretta imperante.
Nel concludere un sentito ringraziamento al “dipartimento cultura” di Civica Trentina: al prof. Francesco Agnoli, al dott. Giuliano Guzzo ed al dott. Mauro Stenico, nella foto con il prof. Fusaro al termine della conferenza di ieri. Un lavoro importante, che qualifica il nostro movimento, che fin dalla sua nascita ha voluto affiancare all’impegno amministrativo e più prettamente politico, l’azione culturale.