Home Blog Riforma del Senato: doveroso tutelare le minoranze politiche

Riforma del Senato: doveroso tutelare le minoranze politiche

0 911

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

Pare che in base agli accordi raggiunti a Roma nel nuovo Senato siano riservati due senatori alla Provincia di Trento e due alla Provincia di Bolzano. Uno sarà un consigliere provinciale, l’altro un sindaco. Secondo altra versione alla Provincia di Bolzano spetterebbero tre senatori, così da assicurare la rappresentanza del gruppo linguistico italiano. Nessuna norma è invece prevista, a quanto è dato comprendere, per garantire la presenza delle minoranze politiche. Ove così fosse, è del tutto evidente che il centrosinistra farebbe suoi tutti i quattro (o cinque, con il Pd a prendersi il senatore riservato al gruppo linguistico italiano) posti spettanti alla nostra Regione. A tal proposito Civica Trentina rileva l’assoluta necessità di prevedere la garanzia per le minoranze politiche di eleggere un proprio rappresentante in ognuna delle due Province, non essendo ammissibile che la Regione Trentino Alto Adige Südtirol sia rappresentata soltanto da senatori del centrosinistra. Ove così non fosse, si verificherebbe un vulnus, la cui gravità crediamo non sfugga a nessuno. E considerata l’importanza politica che, pur con l’eliminazione del rapporto fiduciario con il Governo e della doppia lettura dei disegni di legge, anche il “nuovo” Senato conserverà, con problemi di legittimità costituzionale che non ci sembrano da sottovalutare. In ogni caso, confidiamo almeno che, in assenza di adeguate garanzie, i partiti nazionali di centrodestra alle prossime elezioni politiche abbiano il buon gusto di astenersi dal richiedere il voto degli elettori chiamati una volta ancora a fare i portatori d’acqua per conto terzi.