Home Blog La maggioranza ha bocciato l’ordine del giorno del consigliere Borga che chiedeva...

La maggioranza ha bocciato l’ordine del giorno del consigliere Borga che chiedeva a Patrimonio del Trentino spa di recedere da contratto di comodato stipulato con il Centro sociale Bruno

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

La maggioranza ha bocciato l’ordine del giorno (proponente consigliere Borga) con cui Civica Trentina ha chiesto che Patrimonio del Trentino spa (società della Provincia) receda dal contratto con cui ha concesso in comodato al Centro Sociale Bruno un grande immobile in Piedicastello.
Qui potete leggere il testo dell’ordine del giorno e di seguito potete vedere il filmato dell’intervento del consigliere Borga. A voi il giudizio. Certo che considerando la mole di adempimenti burocratici che quotidianamente devono affrontare i nostri imprenditori (si pensi, ad esempio, a chi gestisce un bar o un ristorante) o chi gratuitamente organizza manifestazioni a favore della comunità (Pro Loco, circoli anziani, associazioni varie), la tolleranza mostrata dalla Giunta provinciale nei confronti del Centro sociale Bruno risulta essere ancor più censurabile.
Ultima considerazione. Il Partito autonomista, che pure governa la città di Trento, non perde occasione, per il tramite del capogruppo Pattini, di chiedere pubblicamente (alla sua stessa Giunta!!) ordine, disciplina, rispetto delle regole.
Non male come esempio d’ipocrisia. Vedremo a breve cosa ne pensano gli elettori, che forse di essere presi per i fondelli sono stufi.