Home Blog Le priorità del centrosinistra in crisi: quote rosa e omofobia

Le priorità del centrosinistra in crisi: quote rosa e omofobia

0 731

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

Nel pieno delle difficoltà (per usare un eufemismo) in cui la coalizione di centrosinistra versa anche a detta dei più benevoli commentatori, ecco trovata la ricetta: quote rosa e ddl omofobia.

Non il lavoro, non la questione istituzionale (con il terzo Statuto che incombe in un contesto a dir poco problematico), non la sanità né l’assistenza, non i precari della scuola, non i problemi dei Comuni trentini. No, niente di tutto questo!

Le priorità dei Trentini e del Trentino sono le quote rosa e l’omofobia, questioni che notoriamente turbano il sonno di decine e decine di migliaia di nostri concittadini.

Che dire? Forse che il centrosinistra, Pd in testa, non perde occasione per dimostrare la sua siderale distanza dai reali interessi della gente, per privilegiare questioni di fatto inesistenti che coinvolgono non più di qualche centinaio di addetti ai lavori, utili al più per costruire o consolidare più o meno ampi spazi di potere.

Un approccio elitario tipico della Sinistra, che sembra aver ormai irrimediabilmente contagiato partiti che dovrebbero avere un ben diverso rapporto con i concreti e reali problemi della nostra Terra.

Se queste sono le basi su cui l’asfittico centrosinistra trentino vuole fondare la sua ripartenza, c’è poco da stare allegri.

Rodolfo Borga

Capogruppo Civica Trentina