Home Blog Quale tutela per i lavoratori della ex Marsilli in scadenza di mobilità?...

Quale tutela per i lavoratori della ex Marsilli in scadenza di mobilità? La Provincia si attivi

0 768

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

La situazione della ex Marsilli e dei suoi dipendenti è nota nella sua perdurante gravità. Tuttavia l’Amministrazione provinciale non sembra volervi dedicare la massima attenzione; o almeno così sembrerebbe dal momento che, per esempio, all’ Interrogazione n. 1796/XV a risposta scritta – con la quale, fra le altre cose, si chiedevano esplicitamente notizie in ordine alla «situazione dei dipendenti di ex Marsilli» non è stata data risposta alcuna benché, a norma di regolamento, essa sarebbe dovuta – tassativamente – pervenire entro, e non oltre, il 28 agosto scorso.

Nel frattempo non è emerso alcun segnale di miglioramento e al momento vi sono diversi dipendenti della ex Marsilli che risultano purtroppo in scadenza di mobilità e che, nonostante l’impegno profuso nella ricerca di un nuovo impiego, risultano privi di qualsivoglia prospettiva occupazionale. In particolare, costoro si troveranno – a partire dal gennaio 2016 – privi di qualsivoglia copertura economica con la quale soddisfare il fabbisogno delle loro famiglie. Il che, oltre che grave, appare francamente inaccettabile.

Ragion per cui si auspica che, vincendo un atteggiamento finora parso – per le suesposte ragioni – di quasi indifferenza, è bene che l’Amministrazione provinciale, chiarite le ragioni delle mancate risposte alle interrogazioni precedenti, spieghi quali tutele intende predisporre ed entro quali termini per tutti quei dipendenti della ex Marsilli che da un lato, purtroppo, sono in scadenza di mobilità e, dall’altro, a partire da gennaio 2016 non avranno letteralmente alcunché di cui vivere e con cui provvedere al sostentamento proprio e delle proprie famiglie.

Ragion per cui

s’interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere: 

  • quali forme di tutela intende predisporre – ed entro quali precisi termini – per tutti quei dipendenti della ex Marsilli che da un lato, purtroppo, sono in scadenza di mobilità e, dall’altro, a partire da gennaio 2016 non avranno letteralmente alcunché di cui vivere e con cui provvedere al sostentamento proprio e delle proprie famiglie;
  • per quale ragione, a dispetto dell’urgenza dei quesiti posti e contravvenendo alle tassative disposizioni regolamentari, non si è finora provveduto a corrispondere all’Interrogazione n. 1796/XV a risposta scritta, con la quale, fra le altre cose, si chiedevano esplicitamente notizie sugli sviluppi della «situazione dei dipendenti di ex Marsilli»;
  • quante situazioni di dipendenti che si trovano purtroppo in scadenza di mobilità sta attualmente seguendo la Provincia di Trento, con quali misure e, al momento, con quali esiti concreti.

A norma di Regolamento, si richiede risposta scritta.

Cons. Claudio Civettini