Home Blog Replica al Presidente del Forum trentino per la Pace

Replica al Presidente del Forum trentino per la Pace

0 59

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

La replica stizzita  del Presidente del Forum per la Pace alla mia interrogazione sul ruolo partitico da egli recentemente pubblicamente assunto dimostra ampiamente, quando mai ve ne fosse stato il bisogno, la sua inadeguatezza a rivestire il ruolo super partes, imparziale, indipendente ed autonomo dai partiti che l’organismo in questione, non a caso incardinato nel Consiglio provinciale (e non in qualche sede di partito), richiederebbe al suo Presidente.
Inadeguatezza non disgiunta ad una certa tendenza a confondere le acque per eludere una questione, che comprendiamo bene imbarazzi non poco il signor Pilati. E ciò fin dal titolo urlato, con cui il “cittadino” Pilati rivendica il diritto a “partecipare ad un incontro politico”.
Rivendicazione del tutto inutile, in quanto io stesso nell’interrogazione ho riconosciuto l’ovvio diritto del Pilati di candidarsi, fare politica, presentarsi alle prossime elezioni. Come un cittadino qualunque, però, e quindi previe dimissioni dalla carica di Presidente del Forum.
Rivendicato strumentalmente un diritto che nessuno gli ha mai contestato, il Pilati si lancia in una appassionata difesa sia del suo operato, che dell’attività del Forum, accusandomi senza tanti giri di parole di essere mosso dal fastidio che proverei per l’organismo in questione. 
Difesa tanto appassionata, quanto strumentale e fuori luogo, palese tentativo di confondere nuovamente le acque, spostando l’attenzione dal problema che personalmente ho sollevato, all’attività dell’organismo di cui il Pilati è presidente.
La mia opinione sull’attività svolta del Forum per la pace è nota. Non essendo un ipocrita, ho a più riprese manifestato il mio pensiero al riguardo pubblicamente. Ma questo non ha nulla a che vedere con quanto accaduto. Sulla cui gravità, se ne faccia una ragione il Pilati, in molti concordano; anche tra coloro che il Forum apprezzano.
Perché, se ancora il Pilati non l’ha capito, la circostanza per cui il Presidente del Forum faccia politica (non la politica “alta” che il Pilati, ancora una volta strumentalmente invoca), rappresentando un movimento partitico e tifando per questo o quel candidato, nuoce al Forum medesimo.
E se questo il Presidente Pilati proprio non lo capisce o non lo vuole capire, qualcuno – a partire dal Presidente Dorigatti e dalla vicepresidente del Forum Plotegher – dovrebbe farglielo capire.
Il cittadino Pilati, invece, tornato dopo le doverose dimissioni uno come tutti, potrà fare quello che meglio ritiene per il bene suo, del Trentino e della Patria tutta.
Rodolfo Borga