Home Blog Scuola, reintegrazione di 164 insegnanti nelle gradutorie: quali le scelte della Provincia...

Scuola, reintegrazione di 164 insegnanti nelle gradutorie: quali le scelte della Provincia visto il commissariamento annunciato?

0 433

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

Il Consiglio di Stato, com’è noto, ha accolto il ricorso dei insegnanti precari abilitatisi con il vecchio sistema (il diploma magistrale ante 2002) ordinando – con l’ordinanza cautelare già emessa il 5 agosto 2016, la numero 3377) – alla Provincia di Trento di conformarsi ai contenuti di siffatto provvedimento, pena nientemeno che commissariamento dell’ufficio scolastico.

Ora, poiché da detto pronunciamento sono trascorse ormai molte settimane e poiché sembrerebbe essere sostanzialmente tutto pronto per dare esecuzione concreta a quanto stabilito dal Consiglio di Stato, pare doveroso interrogare l’Amministrazione provinciale per conoscere le sue intenzioni in tal senso.

Ragion per cui s’interroga la Giunta provinciale per sapere sia entro quali termini e secondo quali modalità intende dare esecuzione concreta all’ordinanza cautelare del Consiglio di Stato del 5.8.2016, n.3377, procedendo con la reintegrazione nelle graduatorie dei 164 insegnanti ricorrenti, sia quanto sia costata ai contribuenti trentini questa scelta rivelatasi errata, in termini di immagine e di spese giudiziarie correlate e se si abbia messo in conto – e, nel caso, a quanto possa ammontare -il danno materiale procurato a questi docenti e a quelli che invece dovranno rinunciare loro malgrado alla cattedra se pur assegnata con riserva, laddove fosse accertato il palese errore procedurale nell’input politico – colpa grave – che ha generato le scelte successive.

Cons. Claudio Civettini